PUNTO 1-Lucchini, raggiunto accordo su ristrutturazione debito - fonti

venerdì 14 ottobre 2011 18:19
 

(Aggiunge dettagli su accordo)

MILANO, 14 ottobre (Reuters) - E' stato raggiunto un accordo sulla ristrutturazione del debito del colosso dell'acciaio Lucchini.

E' quanto riferiscono due fonti vicine alla situazione.

"E' stato raggiunto un accordo di massima", spiega una delle fonti, precisando, però, che "non è stato ancora firmato".

Una seconda fonte aggiunge che l'accordo "è sostanzialmente uguale a quello che era stato raggiunto nel luglio scorso", con due differenze: le banche creditrici hanno accettato di incassare 100 milioni, e non 180 milioni come previsto in precedenza, da Apollo (che ha acquisito il controllo di Ascometal, pagando complessivamente 350 milioni), e non è prevista l'iniezione di nuova finanza.

Per la firma del compromesso, spiegano le fonti, mancano la revisione dei contratti, il via libera degli organi aziendali e l'asseverazione del piano da parte di Stefania Chiaruttini, l'esperto nominato dal tribunale in base all'articolo 182 bis della legge fallimentare.

I creditori sono esposti con Lucchini, affiancata da Lazard, per circa 712 milioni di euro. Lo steering committee delle banche, assistite da Rothschild, è composto da Intesa Sanpaolo , UniCredit , Mps e Bnp Paribas .

Si chiude, così, questa fase travagliata e Lucchini può tirare il fiato. Si aprirà immediatamente, peraltro, una nuova fase, quella della cessione del gruppo, dato che Alexei Mordashov intende liberarsi delle acciaierie di Piombino.

(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129709, Reuters messaging: massimo.gaia.reuters.com@reuters.net) Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia