REFILE-Italia, Pil +0,6% in 2011, -0,3% in 2012, slitta pareggio - Prometia

venerdì 14 ottobre 2011 11:36
 

BOLOGNA, 14 ottobre (Reuters) - Prometeia ha rivisto drasticamente al ribasso le proprie stime sulla performance dell'economia italiana nell'arco dei prossimi tre anni, arrivando a prevedere una contrazione del prodotto interno lordo nel 2012.

Il confronto con il rapporto trimestrale precedente datato 7 luglio è più che eloquente: passa da +0,9% a +0,6% la proiezione su quest'anno e crolla da +0,9% da -0,3% quella sul 2012, mentre le nuove stime parlano di una media di +0,75% per il biennio 2013-2014 contro l'attesa di +0,8% sul solo 2013 di luglio.

Poco incoraggiante anche la prospettiva per i conti pubblici, con un disavanzo indicato a 4,0% del Pil quest'anno e 2,0% il prossimo (3,9% e 2,9% rispettivamente le attese di tre mesi fa) ma soprattutto a una media di 0,9% nel biennio 2013-2014, mentre il governo ha anticipato proprio al 2013 con la manovra di Ferragosto l'obiettivo di pareggio, rispondendo ai richiami Bce.

(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129854, Reuters messaging: alessia.pe.thomsonreuters.com@reuters.net) Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia