PUNTO 2-Berlusconi punta a 2013, boccia voto e governo tecnico

giovedì 13 ottobre 2011 14:07
 

* Berlusconi loda Napolitano, ironizza su assenza opposizione

* Governo avanti contro sfascisti e pessimisti

* Dopo fiducia nuovo ddl redinconto in Senato (Aggiunge dichiarazioni premier a paragrafo 8, posizione Radicali)

di Francesca Piscioneri

ROMA, 13 ottobre (Reuters) - Il governo va avanti perché non ci sono alternative credibili in grado di affrontare la crisi economica, e non ci sono margini né per un voto anticipato, né per un esecutivo tecnico.

Lo ha detto stamani il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, tornando nell'aula di Montecitorio a chiedere la fiducia al suo governo dopo la bocciatura del rendiconto generale dello Stato di due giorni fa.

"Siamo consapevoli dei rischi che corre il Paese. I tempi imposti dai mercati non sono compatibili con le liturgie politiche, siamo l'unico soggetto democraticamente abilitato a difendere gli interessi nazionali qui e ora con l'urgenza della crisi", ha detto Berlusconi accolto da un applauso dagli scranni di Pdl e Lega.

Il premier ha parlato in un'aula piena solo a metà per l'assenza delle opposizioni. Hanno fatto eccezione i Radicali che, presenti in aula, si sono sospesi dal gruppo del Pd nelle cui liste sono stati eletti.

  Continua...