PUNTO 1-Rischio ingovernabilità conti senza azioni rapide-Draghi

mercoledì 12 ottobre 2011 18:33
 

* Bisogna rendere operativi tagli spesa, aggredire crescita

* Aumento tassi di interesse potrebbero annullare in parte manovre

* Interventi risolutori non possono arrivare da fuori (Aggiunge quote di Draghi, background e contesto)

di Giselda Vagnoni

ROMA, 12 ottobre (Reuters) - Il governo italiano deve agire con rapidità per rendere operativi i tagli alla spesa corrente e aggredire la crescita perché i conti pubblici italiani potrebbero risultare ingovernabili se i tassi di interesse continuano a crescere come negli ultimi tre mesi.

Lo ha detto il governatore della Banca d'Italia Mario Draghi nel corso del suo intervento per un convegno nell'ambito delle celebrazioni per i 150 anni dell'unità d'Italia alla presenza del capo dello Stato.

"Occorre agire con rapidità. E' stato già perso troppo tempo. Aumento dei tassi di interesse della dimensione di quelli verificatisi negli ultimi tre mesi, se protratti, avrebbero l'effetto di vanificare in non piccola parte le misure approvate con i decreti legge convertiti in settembre, con un ulteriore possibile effetto negativo sul costo del debito in una spirale che potrebbe risultare ingovernabile", ha avvertito il futuro governatore della Banca centrale europea.

Il governo deve promulgare "senza indugio" i decreti attuativi della manovra estiva, soprattutto quelli con riferimento alla riduzione permanente della spesa corrente.

Ma se gli interventi realizzati la scorsa estate per anticipare al 2013 il pareggio di bilancio e riconquistare la fiducia dei mercati "avviano la finanza pubblica italiana lungo un sentiero di maggiore sostenibilità", non sono comunque sufficienti: "Senza aggredire alla radice il problema della crescita lo stesso risanamento della finanza pubblica è a repentaglio".   Continua...

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
PUNTO 1-Rischio ingovernabilità conti senza azioni rapide-Draghi | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    18,981.22
    -0.13%
  • FTSE Italia All-Share Index
    20,814.46
    -0.10%
  • Euronext 100
    941.49
    -0.31%