Rischio ingovernabilità conti se tassi crescono ancora - Draghi

mercoledì 12 ottobre 2011 17:14
 

ROMA, 12 ottobre (Reuters) - I conti pubblici italiani potrebbero risultare ingovernabili se i tassi di interesse continuano a crescere come negli ultimi tre mesi.

Lo ha detto il governatore della Banca d'Italia Mario Draghi nel corso del suo intervento per un convegno nell'ambito delle celebrazioni per i 150 anni dell'unità d'Italia alla presenza del capo dello Stato.

Draghi ha aggiunto che il governo deve agire con rapidità con i decreti attuativi sui tagli alla spesa corrente e in favore della crescita perché le manovre fatte finora avviano i conti pubblici sulla strada del risanamento ma non sono sufficienti.

Secondo il governatore senza aggredire a fondo il problema delle crescita infatti il risanamento della finanza e a rischio e l'Italia, salvando se stessa, contribuirà in modo decisivo anche alla salvezza dell'Europa.

"E' importante che tutti ci convinciamo che la salvezza e il rilancio dell'economia italiana possono venire solo dagli italiani", ha detto Draghi.

"Una nostra tentazione atavica, ricordata da Alessandro Manzoni, è di attendere che un esercito d'oltralpe risolva i nostri problemi. Come in altri momenti della nostra storia, oggi non è così. E' importante che tutti i cittadini ne siano consapevoli. Sarebbe una tragica illusione pensare che interventi risolutori possano giungere da fuori", ha aggiunto.

(Redazione Roma, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224354, Reuters Messaging: paolo.biondi.reuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia