Berlusconi atteso alla Camera per richiesta fiducia dopo ko su bilancio

mercoledì 12 ottobre 2011 10:29
 

ROMA, 12 ottobre (Reuters) - Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è atteso oggi alla Camera per chiedere un voto di fiducia dopo che ieri il governo è andato clamorosamente sotto durante la votazione del rendiconto generale dello Stato mettendo in dubbio la tenuta della sua maggioranza, riferiscono fonti parlamentari.

Berlusconi, la cui coalizione appare sempre più divisa sulla politica economica da seguire mentre i titoli di Stato dell'Italia sono risucchiati dalla crisi della zona euro, dovrebbe rivolgere un discorso all'aula alle 13.

Secondo le opposizioni, la mancata approvazione dell'articolo 1 del rendiconto generale è un fatto così grave da richiedere le dimissioni del governo i cui ministri dell'Economia Giulio Tremonti e delle Riforme Umberto Bossi non hanno partecipato al voto.

Nel centro-destra, invece, si parla di un "incidente tecnico" e si respinge l'idea di un agguato ordito ai danni del governo da parte dei dissidenti interni che vogliono spingere Berlusconi a un cambio di rotta.

Secondo le fonti parlamentari, tuttavia, "non c'è niente di consequenziale" in quanto è successo ieri, tanto che "gli esperti della Camera hanno fatto nottata" per preparare la scaletta dei lavori parlamentari.

Alle 10 si riunisce la Giunta per il regolamento e a seguire la Capigruppo per stabilire i tempi del dibattito sulla fiducia, che non potrebbe comunque essere votata prima di 24 ore.

"Ci aspettiamo che alle 13 il governo torni in aula per chiedere la fiducia a meno che non si decida di procedere diversamente", ha detto una delle fonti.

Nelle prime battute della seduta odierna il differenziale di rendimento tra titoli italiani e tedeschi a dieci anni sale a 362 punti base, in allargamento rispetto alla chiusura di ieri a 355 punti base . Il rendimento del decennale italiano sale al 5,68% dal 5,63% della chiusura di ieri .

(Giselda Vagnoni)   Continua...