PUNTO 2 - Legge Stabilità, resta aperto nodo tagli ministeri - Gentile

martedì 11 ottobre 2011 17:18
 

(Aggiunge Giorgetti e contesto in coda)

ROMA, 11 ottobre (Reuters) - Resta aperto il nodo dei tagli da 7 miliardi ai ministeri previsto nel 2012 dalla manovra, ma il governo non ha ancora perso la fiducia di portare giovedì, in Consiglio dei ministri, la Legge di Stabilità.

È quanto ha riferito ai cronisti il sottosegretario al ministero dell'Economia, Antonio Gentile, in una pausa dei lavori in Senato.

"Sui tagli stiamo ancora discutendo", ha detto Gentile confermando il braccio di ferro tra il ministro dell'Economia Giulio Tremonti e i colleghi di governo.

Il Consiglio dei ministri deve licenziare entro il 15 ottobre la legge di Stabilità, il disegno di legge che recepisce gli effetti finanziari della manovra da quasi 60 miliardi e di conseguenza anche il piano complessivo di tagli ai ministeri da 7 miliardi nel 2012, 6 nel 2013 e 5 miliardi nel 2014.

Ciascun dicastero avrebbe dovuto far pervenire entro martedì 4 ottobre i capitoli di spesa da ridurre per centrare gli obiettivi di bilancio ma mancano diversi ministri all'appello.

"Stiamo lavorando e contiamo di risolvere il problema tra oggi e domani", ha aggiunto Gentile.

A conferma di quanto riferisce il sottosegretario, palazzo Chigi non ha ancora diramato l'ordine del giorno della riunione di giovedì.

Una bozza dell'odg elaborata al termine del pre-consiglio di oggi contiene sia la Legge di Stabilità sia il disegno di legge sul bilancio di previsione dello Stato tra 2012 e 2014, con la dicitura "in corso di diramazione".   Continua...