Ddl fiscale, per Corte Conti evitare che scatti clausola salvaguardia

martedì 11 ottobre 2011 12:22
 

ROMA, 11 ottobre (Reuters) - La Corte dei Conti ritiene che sia importante dare tempi stringenti ai decreti attuativi del ddl delega per la riforma fiscale e assistenziale per evitare che scatti la clausola di salvaguardia che prevede tagli lineari delle agevolazioni.

Lo scrive in una nota la Corte dopo l'audizione alla Commissione Finanze della Camera del presidente Luigi Giampaolino.

"Si è in presenza di un ddl che, pur richiedendo una maggiore precisazione dei criteri direttivi, conserva la sua attualità negli obiettivi di riforma del sistema tributario in linea con le esigenze di ripresa e che richiedi tempi stringenti per l'approvazione anche dei decreti attuativi", si legge nella nota.

"I rilevanti effetti finanziari connessi alla delega (4 miliardi per il 2012, 16 per il 2013 e 20 nel 2014, peraltro da anticipare, ai sensi di quanto disposto con le manovre estive) sono già stati incorporati nel quadro di finanza pubblica delineato dalla Nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza 2011. Va, pertanto, evitato che risulti inevitabile l'attivazione della clausola di salvaguardia del taglio automatico e lineare delle agevolazioni", dice ancora la nota.

La Corte dei Conti ricorda anche che questa iniziativa di riforma fiscale risponde "alla insoddisfazione per un sistema tributario" evidenziando il forte tasso di evasione "(fino al 18 per cento del Pil, che vede il nostro paese al secondo posto nella graduatoria internazionale guidata dalla Grecia)", l'elevata pressione fiscale "(ormai proiettata oltre il 43 per cento), che colloca l'Italia al 4^ posto nella graduatoria dei ventisette paesi UE", e di una distribuzione "che penalizza i fattori produttivi rispetto alla tassazione dei consumi, dei patrimoni e delle rendite (l'Italia è al primo posto per il prelievo gravante sui redditi da lavoro e sui redditi d'impresa, al ventiquattresimo posto per il prelievo sui consumi)".

(Redazione Roma, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 06 85224354, Reuters Messaging: stefano.bernabei.reuters.com@reuters.net) Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia