Covered bond italiani, scenario incerto anche se Bce aiuta - Natixis

lunedì 10 ottobre 2011 16:15
 

MILANO, 10 ottobre (Reuters) - Il programma di acquisto di covered bond appena annunciato dalla Bce sara' positivo per il mercato italiano delle obbligazioni garantite, anche se le prospettive rimangono incerte, specie a seguito dei downgrade sovrani subiti dal paese.

E' l'opinione dell'analista di Natixis Cristina Costa, secondo cui "il programma Bce sarà positivo ma d'altra parte l'Italia deve fare i conti con il recente taglio del rating sovrano che a cascata ha portato la maggioranza dei programmi di emissione di obbligazioni garantite a perdere la tripla-A".

Giovedì scorso la Bce, al termine della propria riunione mensile di politica monetaria, dopo aver lasciato invariati i tassi, ha annunciato nuove operazioni di rifinanziamento bancario a lungo termine e un nuovo programma di acquisto di covered bond da 40 miliardi di euro.

"La base degli investitori italiani in covered bond aumenta, ma non e' ancora sufficiente per accogliere un'offerta consistente, come ad esempio in Germania dove e' più' estesa e profonda" nota l'analista di Natixis, a margine della 'securitisation and covered bond conference 2011' dell'Abi. "Il problema e' che in questo momento i potenziali investitori non guardano ai covered bond italiani in termini di emittente o qualità dell'obbligazione ma in termini di rischio sovrano".

Secondo i dati Abi tra gennaio e agosto di quest'anno si sono registrate emissioni di covered bond in Italia per 21 miliardi di euro, contro i 15 di tutto il 2010, prima che lo scoppio delle turbolenze finanziarie sul debito sovrano, nell'estate, bloccasse di fatto l'attività del mercato.

(Giulio Piovaccari)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia