Covered bond, per emissioni italiane servono 6/8 mesi-Torriero (Abi)

lunedì 10 ottobre 2011 14:04
 

MILANO, 10 ottobre (Reuters) - Un periodo di sei-otto mesi sembra una stima credibile per un ritorno delle emissioni sul mercato italiano dei covered bond, anche se un cambio del contesto esterno, come un segnale di soluzione della crisi europea o un decreto sviluppo "forte e importante" da parte del governo, potrebbero restringere i tempi.

Lo ha detto, a margine di un convegno Abi su covereb bond e cartolarizzazioni, il responsabile mercati dell'Associazione bancaria italiana Gianfranco Torriero, di fronte a un mercato di fatto bloccato dopo le turbolenze che hanno colpito l'Italia a partire dall'estate.

"Il mercato ha scombinato tutto, le prospettive sono del tutto diverse rispetto a quello che si pensava all'inizio dell'estate" ha affermato Torriero. "Difficile ore fare stime a breve, ma sei-otto mesi mi sembrano un tempo credibile".

"Certo, basterebbe che la Merkel e Sarkozy, che si sono appena incontrati, lanciassero un segnale preciso o che il governo presentasse un decreto sviluppo forte e importante, il mercato cambierebbe rapidamente e i tempi potrebbero essere più ristretti" aggiunge l'esponente dell'Abi.

L'associazione delle banche italiane siede ai tavoli che si tengono al Tesoro insieme alle altre parti sociali e ha aderito al manifesto di Confindustria contenente le proposte per il rilancio economico del paese.

In vista del varo del decreto sviluppo, atteso per la metà di ottobre, sottolinea Torriero, l'Abi non ha richieste specifiche di settore, ma auspica misure di "interesse collettivo" quali quelle "sulle infrastrutture, che facciano da volano per la crescita".

COVERED BOND, MERCATO ITALIA HA POTENZIALE DI 200 MLD

Dopo emissioni per 21 miliardi di euro nei primi otto mesi del 2011, prima dello stop, contro i 15 miliardi di tutto il 2010, secondo Torriero occorre "ricreare un clima di fiducia che potrebbe determinare lo sviluppo del mercato italiano dei covered bond". Un mercato che e' arrivato tra gli ultimi, rispetto ad altri paesi, "costruito con i pezzi migliori delle varie regolamentazioni, quindi potenzialmente molto interessante per gli investitori" spiega.   Continua...