Btp tonici,spread a minimo 6 gg, rendimento 10 anni min da 16/9

giovedì 6 ottobre 2011 13:12
 

 MILANO, 6 ottobre (Reuters) - Il mercato obbligazionario è
ancora ben intonato oggi, tra scambi tranquilli in attesa della
conferenza stampa di Trichet. 	
 Alla base del clima migliorato, già da ieri, c'è la fiducia 
per il fatto che le autorità daranno un sostegno al sistema
bancario, oltre al fatto che le aste oggi in Spagna hanno visto
una buona domanda e rendimenti in calo.	
 "Il mercato è disteso, non abbiamo visto la volatilità dei
giorni peggiori, si vedono anche buoni acquisti su titoli
italiani, il clima è decentemente positivo" dice un dealer. 	
  Il differenziale di interesse tra Bund e Btp decennali 	
ha toccato stamane un  minimo a 354 punti base, il livello più
basso da venerdì scorso, dalla chiusura di ieri a 370 punti,
secondo i dati Tradeweb .	
  Il benchmark decennale italiano segna un
rendimento di 5,47%, il livello più basso dal 5,41% del 16
settembre, da 5,54% della chiusura di ieri. 	
 L'ultima conferenza di Trichet prima della scadenza del suo
mandato potrebbe portare novità sul piano delle misure non
standard, secondo una parte del mercato, con la re-introduzione
dei p/t a 12 mesi e/o con l'aggiunta di uno a 18 mesi.
L'attenzione dell'obbligazionario è però soprattutto per le
dichiarazioni che verranno fatte circa il programma di acquisto
di bond della Bce, il sostegno chiave per i titoli italiani e
spagnoli da inizio agosto, dopo le dimissioni di Stark che era
contrario. Sul tappeto c'è anche la re-introduzione del
programma di covered bond terminato lo scorso anno.	
 "Non credo proprio che la Bce in questo momento voglia dire
qualcosa che allenti la forza del programma di acquisto" dice
uno strategist. "Sarebbe un disastro per il mercato".	
 Quanto ai tassi ufficiali poi, certamente è attesa una
conferma dell'attuale livello, con qualche considerazione forse
legata al futuro trend sulla base degli ultimi dati
sull'inflazione della zona euro emersa più alta delle attese.	
 Sullo sfondo resta un tono cautamente positivo dopo le buone
intenzioni dichiarate ieri da Angela Merkel circa la
ricapitalizzazione delle banch, mentre anche il governo francese
si è detto pronto a sostenere la banca franco belga Dexia
 in difficoltà.	
 In questo clima, nessun impatto ha avuto la notizia della
notte del taglio di rating delle banche italiane in conseguenza
dell'analogo taglio dell'Italia di tre notch. "Il mercato non ha
reagito al taglio dell'Italia, tanto a meno a quello delle
banche" dice un altro.	
	
  	
=========================== 12,40=============================  
 	
FUTURES BUND DICEMBRE      136,73   (-0,34)        	
FUTURES BTP DICEMBRE       100,09   (+0,56)   	
BTP 2 ANNI  (AGO 13)  *100,181  (+0,15)   4,180%   	
BTP 10 ANNI (SET 21)     95,31   (+0,68)   5,438%   	
BTP 30 ANNI (SET 40) * 81,558  (+0,50)   6,511%	
 	
 * Quatazioni su Tradeweb in assenza di scambi su Mts	
========================  SPREAD (PB)========================== 
 	
                                             ULTIMA CHIUSURA 
	
TREASURY/BUND 10 ANNI   -3,6            -4,7    
  	
BTP/BUND 2 ANNI          368               378    	
BTP/BUND 10 ANNI       360               370    
 	
livelli minimo/massimo              354,3-363,9     368,3-384,1 
  	
BTP/BUND 30 ANNI       385               393 	
SPREAD BTP 2/10 ANNI                   ----             124,1	
SPREAD BTP 10/30                       ----              98,2   	
=============================================================	
(in redazione a Milano Gabriella Bruschi,
reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129504,
Reuters messaging: gabriella.bruschi.reuters.com@reuters.net)
Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia