Moody's, downgrade per incertezza politica, economia - Marcegaglia

mercoledì 5 ottobre 2011 13:59
 

ROMA, 5 ottobre (Reuters) - Il taglio al rating dell'Italia deciso ieri dall'agenzia Moody's riflette l'incertezza della politica economica e più in generale della politica del governo.

Lo ha detto Emma Marcegaglia, presidente di Confindustria, intervenendo a un seminario della Luiss.

"Un downgrade di tre livelli, sebbene venga ribadito che la solidità del debito c'è, è legato a una politica economica incerta e a una situazione politica complessiva incerta", ha detto la presidente degli industriali che ancora una volta è tornata a criticare la mancanza di incisività nell'azione del governo in questa fase di crisi.

"Non vogliamo criticare il governo perché ci piace farlo, ma sentiamo una preoccupazione crescente per la credibilità del Paese", ha aggiunto.

Marcegaglia ha anche ricordato i riflessi negativi che il peggioramento degli spread tra Btp e Bund e il declassamento del rating del debito sovrano dell'Italia, già tagliato anche da Standard & Poor's, potranno avere sulle condizioni di accesso al credito.

"Sta salendo la preoccupazione sul credit crunch, lo spread alto oltre al downgrade, probabilmente rende per le nostre banche più difficile l'accesso al credito sul mercato internazionale e questo è un problema serissimo perché si riproduce sulle difficoltà delle banche a finanziare cittadini e imprese", ha detto. (Francesca Piscioneri)