Asta frequenze, 3 Italia ha speso in asta 305 mln - nota

giovedì 29 settembre 2011 17:23
 

ROMA, 29 settembre (Reuters) - 3 Italia, compagnia telefonica che fa capo al gruppo cinese Hutchison Whampoa , dice di aver speso 305 milioni di euro per acquistare la sua quota di frequenze all'asta che si è conclusa oggi.

Lo riferisce la società in una nota.

"Con i 60 MHz acquisiti, 3 Italia dispone del 25% della dotazione frequenziale di 240 MHz. messa all'asta, a fronte di un corrispettivo di 305 milioni di euro, equivalente all'8% dell'esborso complessivo degli operatori, con un costo medio per MHz pari a 1/4 di quello sostenuto dagli altri competitor", si legge nel comunicato.

L'Ad Vincenzo Novari commentando l'esito della gara dice: "Siamo soddisfatti perché, come ci ha riconosciuto un importante osservatore delle dinamiche del mercato come Jp Morgan, le frequenze che abbiamo acquisito sono del tutto adeguate a garantire il roll-out delle infrastrutture Lte (la banda larghissima per il mobile) e i volumi di traffico dati che verranno richiesti sul mercato per diversi anni a venire".

Secondo Novari 3 Italia dispone "di una capacità sufficiente a coprire un fabbisogno pari al doppio della nostra attuale quota di mercato".