Francia, legge bilancio mira a portare deficit a 4,5% Pil in 2012

mercoledì 28 settembre 2011 11:51
 

PARIGI , 28 settembre (Reuters) - La finanziaria francese per il 2012 presentata oggi prevede di ricondurre il deficit a 4,5% del Prodotto interno lordo per la fine dell'anno prossimo, rispetto al 5,7% atteso a fine 2011. Il rapporto è destinato a calare entro la soglia Ue di 3% nel 2013, anno in cui dovrebbe cominciare a ridursi il debito pubblico.

Il testo di legge conferma le previsioni dell'esecutivo sull'espansione economica, per cui si prevede 1,75% quest'anno e il prossimo - stima superiore a quella di molti analisti - e 2,0% nel 2013, 2014 e 2015.

Il disavanzo pubblico verrà ridotto a 80,8 miliardi di euro a fine 2012, se il parlamento seguirà le indicazioni del governo di reperire un ulteriore miliardio in sede di dibattito sulla legge finanziaria.

Per la fine di quest'anno la stima è di 95,5 miliardi, mentre, guardando in avanti, la proiezione in percentuale rispetto al Pil è di 2,0% a fine 2014 e 1,0% a fine 2015.

Sul debito/Pil la prospettiva è di una salita a 87,4% a fine 2012, 87,3% nel 2013, 86,2% nel 2014 e 84,1% nel 2015, rispetto a 85,5% atteso alla fine dell'anno.

(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129854, Reuters messaging: alessia.pe.thomsonreuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia