Zona euro raffredda attese rapida iniziativa per Efsf

lunedì 26 settembre 2011 16:29
 

BRUXELLES, 26 settembre (Reuters) - La zona euro raffredda gli entusiasmi riguardo l'esistenza di un piano d'emergenza per il dimezzamento del debito greco e la ricapitalizzazione delle banche europee, sottolineando che nessun progetto di questo tipo è ancora sul tavolo.

Funzionari della zona euro hanno definito altamente premature le indiscrezioni stampa su un progetto per la cancellazione di metà del debito greco e per l'ampio incremento del fondo europeo salva-stati, l'Efsf, dopo che nel fine settimana, da Washington, gli Stati Uniti e altri tra le più importanti economie mondiali avevano chiesto con forza all'Europa di intraprendere un'azione decisa contro la crisi greca.

"Non c'è nessuna modifica allo schema sui cui stiamo lavorando" ha detto una fonte della zona euro a conoscenza delle decisioni relative ai programmi di sostegno finanziario a Grecia, Irlanda e Portogallo. "Tutti questi discorsi di un taglio del debito greco e di un allargamento dell'Efsf sono solo speculazione. Non stiamo lavorando su queste linee guida".

Il cancelliere tedesco Angela Merkel, già alle prese con la difficile approvazione, da parte della propria frazionata maggioranza, del rafforzamento dell'Efsf deciso dal summit europeo del 21 luglio, ha affermato ieri che lasciar fallire la Grecia equivarrebbe a distruggere la fiducia degli investitori nella zona euro.

Secondo fonti diplomatiche ogni nuova ipotesi sul debito greco, che potenzialmente vada ad aumentare il costo di finanziamento sostenuto dalla Germania, renderebbe ancora più difficile il compito della Merkel.

Le stesse fonti della zona euro riconoscono tuttavia che certe ipotesi circolate - come quella di un default greco nel giro di qualche mese, insieme a un'ampia ricapitalizzazione del sistema bancario e all'incremento della capacità creditizia dell'Efsf - potrebbero rappresentare nel lungo periodo una parte della risposta alla crisi debitoria, ma sottolineano che nessun piano specifico è al momento all'esame.

(Redazione Milano, Reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129743, Reuters messaging: giulio.piovaccari.reuters@reuters.net)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia