PUNTO 1-Italia, S&P taglia rating enti locali dopo downgrade sovrano

lunedì 26 settembre 2011 13:07
 

(Aggiunge dettagli da comunicato)

MILANO, 26 settembre (Reuters) - S&P ha tagliato il rating di 11 amministrazioni locali italiane, ad A da A+, con outlook negativo. Una decisione che - ha spiegato l'agenzia in un comunicato - "segue l'abbassamento dei rating sovrani della Repubblica italiana".

Gli enti locali interessati dal taglio di rating sono: i Comuni di Milano, Bologna, Genova; le regioni Emilia Romagna, Sicilia, Liguria, Umbria, Marche, Friuli Venezia Giulia; le province di Roma e Mantova.

Il rating del Comune di Torino viene confermato ad A, aggiunge S&P, ma l'outlook passa a negativo da stabile.

Inoltre viene abbassato ad A da A+ il rating di lungo termine, con outlook negativo, sui bond 2017, 2018 e 2019 emessi dalla regione Umbria e 2018 della regione Marche e sull'emissione in dollari al 2016 della Regione Sicilia.

"Coerentemente con la nostra metodologia, applicabile agli enti locali e al loro relativo emittente sovrano, abbiamo limitato il rating di queste 11 amministrazioni allo stesso livello dell'Italia" si legge nella nota, dove si specifica che gli emittenti in questione non mostrano le caratteristiche necessarie per poter ottenere un rating superiore a quello sovrano, anche se si riconosce che "mostrano fondamentali creditizi differenti, sebbene a tutti sia assegnato un rating A".

(Redazione Milano, Reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129743, Reuters messaging: giulio.piovaccari.reuters@reuters.net)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia