Ue non esclude aiuti pubblici per alcune banche-Barnier a stampa

giovedì 22 settembre 2011 08:46
 

PARIGI, 22 settembre (Reuters) - Se alcune banche europee avessero bisogno di essere ricapitalizzate la Commissione europea preferirebbe che il sostegno arrivasse dal settore privato.

Lo ha detto il commissario europeo al Mercato interno Michel Barnier, in un'intervista a le Figaro, in cui tuttavia aggiunge di non poter escludere che alcuni istituti possano aver bisogno di aiuti di stato.

"Sono passati i giorni in cui le banche potevano essere salvate con i soldi dei contribuenti" si legge nel quotidiano. "Ma non si può escludere che qualche banca avrà bisogno di aiuti pubblici. La Commissione è pronta per tale eventualità e farà da supervisore".

Sull'eventuale necessità delle banche europee di ricapitalizzarsi Barnier ha affermato che "il Fmi aveva ragione a enfatizzare i rischi di una seconda recessione globale", sottolineando tuttavia di non condividere "la sua visione sulle necessità di capitali delle banche".

Il commissario europeo ha ricordato che nove banche non hanno superato gli stress test di luglio e che 16 "ce l'hanno fatta a malapena" e queste dovranno essere ricapitalizzate.

"Preferiremmo che questo sia fatto prima di tutto attraverso mezzi privati" ha detto Barnier.

(Redazione Milano, Reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129743, Reuters messaging: giulio.piovaccari.reuters@reuters.net)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia