Grecia, governo decide nuove misure austerità - fonti esecutivo

mercoledì 21 settembre 2011 19:14
 

ATENE, 21 settembre (Reuters) - Il governo greco taglierà le pensioni, estenderà l'incremento dell'imposta sulle proprietà immobiliari e metterà decine di migliaia di dipendenti pubblici in mobilità, nell'ambito dell'accordo raggiunto per poter continuare a ricevere gli aiuti internazionali.

Lo hanno detto alcuni alti funzionari governativi che hanno ricevuto poco dopo la conferma da parte di un portavoce dell'esecutivo.

Il governo ha deciso di procedere al taglio del 20% delle pensioni superiori ai 1.200 euro mensili e di ridurre ulteriormente le prestazioni agli ex dipendenti pubblici andati in pensione prima dei 55 anni, hanno spiegato i funzionari chiedendo di rimanere anonimi.

"Abbiamo provato a trovare le misure più giuste possibili" ha detto una delle due fonti, presente alla riunione del governo.

Le misure adottate, ha aggiunto, prevedono anche che 30.000 dipendenti pubblici vengano messi in 'labour reserve' quest'anno: i loro salari verranno ridotti al 60% e avranno un anno per trovare un altro posto nel settore pubblico altrimenti perderanno il lavoro.

Per quel che riguarda invece la tassa sulle proprietà immobilairi, inizialmente prevista fino al 2012, questa verrà estesa almeno fino al 2014.

(Redazione General News Roma +3906 85224380, fax +3906 8540860, Reutersitaly@thomsonreuters.com) -- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia