* IN PRIMO PIANO * S&P taglia rating Italia

martedì 20 settembre 2011 17:56
 

 (Nuovo aggiornamento)	
 MILANO, 20 settembre (Reuters) - Nella notte l'agenzia di rating S&P ha ridotto di un notch
il rating della Repubblica italiana, con outlook negativo.	
 Il taglio di S&P, a A da A+, segue di pochi giorni l'annuncio di Moody's che si è data un
altro mese per prendere una decisione sull'eventuale downgrade italiano.  	
I mercati finanziari dopo una prima reazione emotiva si muovono con compostezza. Piazza
Affari segna un rialzo di un punto e mezzo percentuale al giro di boa di metà seduta.	
 Molto critica la reazione del governo, che in una nota diffusa dalla presidenza del
Consiglio ha attribuito la decisione dell'agenzia di rating più a una influenza dei retroscena
dei quotidiani che a alla realtà delle cose.	
...............................................................................................>
> Italia, S&P's taglia rating, Berlusconi: mossa politica                 	
> Italia, misure dovrebbero portare debito su giusto sentiero -Ue         	
> Italia, da S&P giudizio politico, non dettato da realtà - Chigi         	
> Italia, default ipotesi molto remota ma costo finanziamento salirà-S&P  	
> Valutazione Italia basata su analisi prospettive economiche - S&P       	
> S&P, Mussari non vede rischi tagli per banche                           	
> Moody's non commenta su Italia dopo downgrade S&P                       	
> S&P's conferma autorizzazione Esma su rapporti rating                   	
> Italia, scontato taglio S&P, ora misure per economia -Reguzzoni         	
> Btp in calo sopra minimi, spread a 390 pb dopo S&P e Fmi                	
> Borsa Milano chiude forte con Europa, brilla Fiat con +7%               	
> ANALISI-Downgrade è politico, rischio capolinea                         	
> INSTANT VIEW 3- Italia, S&P's taglia rating ad  A/A-1                   	
> TESTO INTEGRALE - Standard & Poor's su rating Italia                    	
> TABELLA - Italia, cronologia rating Standard & Poor                     	
	
 (redazione Milano)