Valutazione Italia basata su analisi prospettive economiche - S&P

martedì 20 settembre 2011 12:42
 

MILANO, 20 settembre (Reuters) - Dopo aver declassato il rating dell'Italia di un notch, Standard and Poor's respinge l'accusa, mossa dal premier italiano Silvio Berlusconi, che la sua valutazione sia viziata da considerazioni politiche.

"La valutazione di S&P è basata su un' analisi dettagliata e indipendente delle prospettive economiche e fiscali dell'Italia e sulle ipotesi relative all'andamento prospettico atteso del debito" si legge in una nota della società.

"I rating sovrani di S&P sono valutazioni apolitiche e prospettiche del rischio di credito fornite agli investitori. I rating indicano come diverse iniziative politiche possono impattare l'affidabilità finanziaria e non intendono dare alcun suggerimento sulle politiche che un governo dovrebbe o non dovrebbe perseguire" conclude la nota. (Elvira Pollina)