Ue chiederà in G20 a Usa e Giappone di intervenire su deficit

lunedì 19 settembre 2011 19:07
 

BRUXELLES, 19 settembre (Reuters) - L'Unione europea chiederà alla Cina di rafforzare la domanda interna e a Stati Uniti e Giappone di mettere mano ai rispettivi deficit pubblici, nell'ambito degli sforzi internazionali indirizzati a ribilanciare la crescita.

E' quanto emerge da un documentro ottenuto da Reuters, che stabilisce le priorità per le delegazioni dei paesi Ue che parteciperanno al vertice dei leader finanziari del G20 a Washington nella seconda parte di questa settimana.

"Sia gli ampi surplus esterni sia le economie in deficit devono adottare misure appropriate per assicurare un ribilanciamento della domanda globale" si legge nel documento.

"I piani di consolidamento che devono essere adottati in gran parte dei paesi Ue, negli Usa e in Giappone devono essere accompagnati da politiche appropriate in altre regioni del mondo così da evitare una indesiderata compressione della domanda globale".

A tale fine i paesi con surplus verso l'estero devono procedere con un potenziamento della domanda interna.

"In questo contesto il G20 dovrebbe concentrarsi sul ruolo che i regimi di tassi di cambio, e in particolare quello del renminbi, dovrebbero giocare nel ribilanciamento della crescita globale" prosegue il documento.

(Redazione Milano)