Giappone propone nuove tasse per 11,2 mld yen per ricostruire

venerdì 16 settembre 2011 10:27
 

Tokyo, 16 settembre (Reuters) - Il comitato del governo giapponese per il piano fiscale ha proposto oggi un piano di aumenti fiscali per un totale di 11,2 miliardi di yen per finanziare la ricostruzione dopo il terremoto e lo tsunami del marzo scorso.

Tra le opzioni presentate c'è l'aumento delle tasse sul reddito, le imprese e i consumi, in particolare su tabacco e alcool.

Le proposte verranno discusse tra gli esponenti del partito di maggioranza la prossima settimana, prima di confezionare la terza manovra supplementare il mese prossimo per finanziare la ricostruzione.

Il ministro delle finanze Jun Azumi aveva detto poco prima oggi che il governo giapponese sta pensando di aumentare le tasse sul reddito e sulle società e di vendere le partecipazioni in Japan Tabacco e nella metropolitana di Tokyo per finanziare la ricostruzione.

Tokyo ha già varato due manovre supplemetari per un valore complessivo di 6 miliardi di yen e prevede di spendere altri 13.000 miliardi in cinque anni, con il grosso della spesa che dovrebbe essere coperta dal prossimo bilancio, atteso il mese prossimo.

"Non è affatto facile per i politici chiedere alla gente di sopportare il carico fiscale," ha detto Azumi ai giornalisti dopo una riunione di gabinetto.

"Dal momento che siamo determinati a non far passare il debito alla prossima generazione, dopo un simile disastro senza precedenti, non abbiamo altra scelta che chiedere un po' di contributo a individui e aziende".