Monetario, tasso o/n stabile, balzo prestiti marginali

giovedì 15 settembre 2011 12:22
 

MILANO, 15 settembre (Reuters) - Tassi a brevissimo stabili sul mercato monetario, con l'overnight che poco prima dell 12,00 passa di mano a 0,95% su Mid 0,81%/0,96% su schermi Reuters a fronte di una media Eonia fissata ieri, primo giorno del nuovo periodo di riserva, in calo a 0,93% dal precedente 1,214%.

"Ci si muove in lievissimo rialzo rispetto ai livelli di ieri, i tassi sono abbastanza fermi, poco sotto l'1% e quindi ben lontani dal riferimento dell'1,50%", nota un tesoriere, ricordando come l'eccesso di liquidità nel sistema si aggiri intorno ai 130 miliardi di euro.

Su piattaforma Mid, per quanto riguarda i piccoli lotti, l'overnight passa di mano a livelli più alti, all'1/1,35%.

"E' una tendenza che osserviamo da tempo. Alle banche italiane di dimensioni ridotte la liquidità costa di più" spiega un secondo tesoriere.

Ieri intanto sono saliti a oltre 3 miliardi i prestiti marginali richiesti dalle banche Bce, dai livelli poco rilevanti della seduta precedente (399 milioni) .

Un segnale che i tesorieri intepretano con le dovute cautele. "In effetti il balzo è stato un po' anomalo, ma già altre volte, nelle ultime settimane, abbiamo visto i prestiti balzare a questi livelli per una o due sedute, e poi rientrare a livelli trascurabili. Stiamo a vedere" commenta un operatore di una delle principali banche italiane.

Nell'ultima seduta sono inoltre saliti i fondi depositati a fine giornata in Bce, che ieri sera ammontavano a 86,952 miliardi dai 75,529 miliardi della seduta precedente.

Sull'interbancario il tasso Euribor a tre mesi è stato fissato stamane all'1,531% dall'1,529% di ieri, mentre il differenziale sulla medesima scadenza tra Euribor e future Eonia (oggi allo 0,749% dallo 0,738%)si stringe a 78,2 punti base dagli 79,2 di ieri.

Sulla curva dei derivati Euribor il contratto settembre tratta a 98,470 (-0,005), dicembre 98,655 (-0,055), mentre marzo vale 98,760 (-0,065).

Per altri dettagli sulla situazione della liquidità consultare le pagine Reuters . (Elvira Pollina)