Grecia, questione garanzie non è più "esplosiva" -MinFin Austria

mercoledì 14 settembre 2011 14:33
 

VIENNA, 14 settembre (Reuters) - Una disputa attorno alle garanzie sui prestiti alla Grecia ha perso il suo potere "esplosivo" nell'ambito di un piano che lascia tutti i paesi membri decidere autonomamente se fare uso di questo strumento.

Lo ha detto a Reuters il ministro delle Finanze austriaco Maria Fekter. Alla domanda su una possibile svolta sulla questione dei 'collateral' il ministro austriaco ha risposto che "alcune cose sono state preparate a livello tecnico. Credo che ormai non siano più esplosive".

Fekter ha confermato che l'idea è adesso quella di rendere le garanzie talmente costose che solamente la Finlandia - che ha aggiunto un accordo bilaterale controverso con la Grecia per ottenere liquidità a garanzie dei prestiti erogati - sente il bisogno di farne uso.

"Vedremo quale sarà il risultato e se ci potrà essere qualcosa per noi, sì o no. Deve essere qualcosa che in sostanza sia fattibile per tutti", ha detto il ministro.

"Non può essere un privilegio accordato per contratto alla Finlandia, ma piuttosto deve essere una scelta che ogni singolo paese può decidere se utilizzare o meno".