Tensioni in aumento per banche su finanziamento - Rehn

mercoledì 7 settembre 2011 16:59
 

BRUXELLES, 7 settembre (Reuters) - Le pressioni legate al finanziamento delle banche europee sono aumentate, mentre la situazione dei mercati finanziari è grave e si sta ripercuotendo sull'economia reale.

A dirlo è il commissario europeo agli Affari economici e monetari Olli Rehn, secondo cui "le tensioni sui mercati finanziari sono aumentate durante l'estate, portando ad una sostanziale volatilità e ad occasionale turbolenza. L'andamento negativo dei mercati finanziari rappresenta un test reale per l'economia dell'area euro".

"La situazione è grave e non c'è bisogno di far finta che le cose vadano diversamente" ha aggiunto l'Eurocommissario in occasione di un seminario al Parlamento europeo. "Le prolungate turbolenze finanziarie si stanno diffondendo e rappresentano una minaccia potenziale per la ripresa dell'economia reale".

Sul fronte Grecia, Rehn si è detto fiducioso che Atene sarà in grado di prendere le necessarie decisioni per poter ottenere la prossima tranche degli aiuti internazionali.

Il pagamento della sesta tranche di aiuti alla Grecia, 8 miliardi di euro, è preivsta per fine mese, subordinata come di consueto al raggiungimento degli obiettivi di deficit da parte del paese. (Giulio Piovaccari, Redazione Milano, +39 02 66129567, reutersitaly@thomsonreuters.com)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters italia