Banche, con bond speciali leva su impieghi di 1 a 12,5 - Tesoro

giovedì 5 marzo 2009 11:36
 

ROMA, 5 marzo (Reuters) - Il ricorso ai Tremonti bond consentirà alle banche interessate di aumentare il monte impieghi con una leva di 1 a 12,5.

Lo si legge nella relazione che il Tesoro ha depositato ai partecipanti del Credit and liquidity day.

"Il costo sembra limitato rispetto alle potenzialità offerte al sistema bancario. Infatti, essendo questi titoli parte del patrimonio della banca, essa potrà utilizzarli per aumentare gli impieghi con una leva di 1 a 12,5", si legge nella relazione.

"Il costo effettivo della patrimonializzazione va allora valutato tenendo conto della maggiore operatività che l'emissione di questi titoli e la contestuale sottoscrizione del Tesoro assicurerebbe alla banca".

Lo schema di ripatrimonializzazione delle banche prevede che il tasso di interesse pagato al Tesoro cresca nel tempo ed il suo livello dipende dalla scelta della banca di usufruire o meno di un periodo iniziale di quattro anni nel quale il rimborso del titolo può essere effettuato alla pari. Il tasso è maggiore nei primi anni se si prevede di utilizzare questa facoltà, più basso nel caso in cui non si preveda.

"Il tasso poi dipende anche dall'andamento del dividendo per cui tanto maggiore è l'utile distribuito e maggiore sarà la cedola pagata al tesoro. In ogni caso, nel lungo periodo la cedola non potrà superare di norma il 15%", spiega la relazione.

"La banca potrà poi decidere di trasformare queste obbligazioni in azioni, di rimborsarle in tutto o in parte, oppure di continuare a tenerle in vita per quanto tempo vorrà", aggiunge la relazione.