PUNTO 1- Bce, taglio marzo possibile ma tassi zero inappropriati

giovedì 5 febbraio 2009 16:11
 

(aggiunge dettagli)

FRANCOFORTE, 5 febbraio (Reuters) - La Banca centrale europea ha confermato i tassi di riferimento al 2% oggi segnalando la possibilità di un allentamento in marzo ma escludendo per il momento di portare i tassi a zero.

Parlando dopo la decisione del consiglio direttivo, il presidente Bce Jean Claude Trichet non ha escluso che il costo del denaro venga ridotto nella riunione di marzo, quando saranno disponibili nuove stime sulla situazione economica.

La conferma odierna dei tassi arriva al termine di un'aggressiva serie di riduzioni dei tassi che dal 4,25% di ottobre ha abbassato il costo del denaro di 225 punti base.

Quella di febbraio è considerata da mercati e analisti solo una pausa.

"Confermiamo che il 2% non è il livello minimo. Non escludo che i tassi possano essere ridotti alla prossima riunione", ha detto Trichet, negando però che la Bce possa seguire l'esempio di altre banche centrali che hanno azzerato il costo del denaro.

"Tassi zero in questo momento non sono qualcosa che potremmo ritenere appropriato", ha detto Trichet.

Banca d'Inghiterra ha tagliato oggi il tasso di riferimento britannico all'1% mentre la Federal Reserve, Banca del Giappone e Banca di Svizzera hanno già abbassato il costo del credito sotto l'1%.

La decisione odierna del direttivo Bce, assunta all'unanimità dopo discussioni approfondite, era ampiamente attesa dopo che Trichet aveva preannunciato in gennaio che la successiva riunione importante sarebbe stata in marzo.