Imprese, aiuta euro più basso, ma alto costo lavoro - Berlusconi

mercoledì 5 novembre 2008 12:59
 

RHO-PERO, 5 novembre (Reuters) - Contro la competitività delle imprese italiane giocano l'ipervalutazione dell'euro, che però adesso si sta ridimensionando, e l'alto costo del lavoro in Italia che porta alla delocalizzazione.

Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi in un intervento al salone del ciclo e del motociclo.

"Noi abbiamo ereditato un'ipervalutazione dell'euro che ora fortunatamente sta scendendo", ha osservato il premier.

Un altro problema elencato da Berlusconi è il più alto costo del lavoro in Italia rispetto ad altri paesi.

"Il problema della delocalizzazione delle nostre imprese è grave e nessun governo europeo ha saputo dare risposta e forse non c'è risposta se non l'incremento dei valori orari degli altri paesi", ha proseguito.

Berlusconi ha poi sottolineato che "qualcosa dovremo fare" contro la concorrenza dei prodotti asiatici.