PUNTO 1 - Ammortizzatori, presto nuovi fondi - Tremonti

giovedì 5 marzo 2009 18:03
 

(Aggiunge reazioni sindacati)

ROMA, 5 marzo (Reuters) - Il governo presto metterà a disposizione degli ammortizzatori sociali nuove risorse, una serie di "gruzzoletti" - come li ha chiamati il ministro dell'Economia Giulio Tremonti - che saranno reperiti a partire dalla prossima settimana.

"C'è un altro potenziale gruzzoletto disponibile per gli ammortizzatori", ha detto Tremonti a margine della conferenza stampa sul Credit and liquidity day, per illustrare le iniziative per favorire il credito alle imprese.

"La settimana prossima vi diremo quale gruzzoletto, poi ce ne saranno altri ancora", ha aggiunto il ministro, non escludendo che le risorse possano andare anche ai lavoratori atipici.

Nelle settimane scorse, con un accordo con le Regioni e gli enti locali, il governo ha messo a disposizione 8 miliardi per gli ammortizzatori sociali in deroga.

I sindacati apprezzano le dichiarazioni del ministro, ma chiedono al governo decisioni in tempi rapidi.

"Ben vengano nuove risorse per gli ammortizzatori. Però non bastano gli annunci devono seguire atti concreti e tempestivi: non vogliamo fare sul 'gruzzoletto' la stessa storia del `tesoretto'", dice il segretario confederale della Cgil, Fulvio Fammoni.

Fammoni chiede in particolare "un nuovo decreto di ripartizione" dei fondi perché "i tempi, in una fase in cui le persone perdono il lavoro, sono un elemento decisivo di credibilità". Commenti positivi anche da parte di Giorgio Santini, segretario confederale della Cisl: "Apprezziamo l'ulteriore aumento di risorse destinate agli ammortizzatori sociali, ma ora va data applicazione immediata all'accordo tra Stato e Regioni".

La Cisl chiede al governo modifiche alla normativa anti crisi "a partire da un consistente innalzamento del sussidio previsto per i collaboratori a progetto".

"I più penalizzati dalla crisi sono infatti anche i meno tutelati, essendo inadeguata l'indennità una tantum pari al 10% del reddito dell'ultimo anno", aggiunge Santini.