Btp in rialzo, spread con Bund scende fino a 100 punti base

mercoledì 5 novembre 2008 12:15
 

 MILANO, 5 novembre (Reuters) - Il secondario italiano
prosegue nella sua via di recupero rispetto ai titoli tedeschi
sul relativo scemare della tensione sui mercati finanziari e sul
recupero del credit default swap dell'Italia. 
 "Lo spread si riduce sul ritorno di un certo ottimismo. Ieri
Wall Street ha chiuso in rialzo e questo è il segnale del
ritorno di una certa propensione al rischio che favorisce i
periferici rispetto ai 'core'. Riguardo al rischio paese
dell'Italia, in particolare, il cds si è progressivamente
ridotto dai massimi toccati a fine ottobre" dice un trader.
 Attorno alle 11,40, dice il trader, italiane il cds
dell'Italia si muove in area 100, una progressiva riduzione dal
130 toccato il 25 ottobre. 
 Ieri la borsa Usa ha chiuso in positivo, con gli investitori
contenti di essere arrivati al termine dell'incertezza per la
corsa alla Casa Bianca e le azioni delle società energetiche che
hanno seguito l'aumento dei prezzi del petrolio. L'indice Dow
Jones è salito del 3,28%, l'indice Standard & Poor's 500 è
aumentato del 4,08% e il Nasdaq Nasdaq è cresciuto del 3,12%.
 "Il fatto che il futuro presidente abbia una netta
maggioranza al Congresso dà certamente una garanzia di stabilità
che premia i mercati. Ma è ancora presto per immaginare come
saranno valutate le politiche fiscali e sociali che Obama dovrà
intraprendere" dice ancora il trader.
 Lo spread di rendimento con i Bund sulla scadenza decennale
viaggia poco sopra i 100 punti base dopo aver toccato il minimo
di seduta proprio a 100. Venerdì 31 il differenziale aveva
registrato il livello record di 132 pb, nuovo massimo
dall'introduzione dell'euro.
 Il mercato resta inoltre in attesa della decisione che la
Bce prenderà domani sui tassi. Domani è attesa anche la mossa
della Banca d'Inghilterra, dopo le manovre accomodanti di Stati
Uniti, Giappone, Cina e India e Australia. 
 Per la zona euro il mercato scommette su un taglio di mezzo
punto. 
 In base a un sondaggio condotto da Reuters fra il 27 e il 29
ottobre, la Bce giovedì prossimo dovrebbe ridurre il costo del
denaro di 50 punti base secondo 81 economisti. Tredici
economisti scommettono su una riduzione del costo del denaro di
25 pb, mentre uno punta su una riduzione di 75 punti base.

======================= QUOTAZIONI 11,50 =======================
                                  PREZZI    VAR.   RENDIMENTO
FUTURES BUND DICEMBRE    FGBLZ8    116,94   (+0,26)  
BTP 2 ANNI (AGO 10)     IT2YT=TT   101,95   (+0,14)     3,347%
BTP 10 ANNI (AGO 18)   IT10YT=TT    98,16   (+0,39)     4,793%
BTP 30 ANNI (FEB 37) * IT30YT=TT    85,13   (+0,77)     5,050%
======================== SPREAD (PB) ===========================
                                           CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5      1                 15
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3     89                 97
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5    101                106
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7     76                 80
BTP 2/10 ANNI                     144,6              140,8
BTP 10/30 ANNI  *                  25,7                28,7
=================================================================    * cifre tratte e calcolate dagli schermi Reuters, non
essendo il titolo ancora trattato su Mts