PUNTO 1 - Telecom Italia, piano rifinanziamento non cambia - AD

giovedì 5 marzo 2009 14:25
 

(aggiunge dichiarazioni Bernabè, contesto)

MILANO, 5 marzo (Reuters) - Il programma di rifinanziamento del debito Telecom Italia (TLIT.MI: Quotazione) non cambia rispetto a quanto è già noto al mercato. Lo ha dichiarato oggi l'AD Franco Bernabè in occasione di una presentazione a Milano.

Alla domanda se potessero esserci maggiori emissioni rispetto ai piani, Bernabè ha risposto: "Assolutamente no".

"Il piano di finanziamento del gruppo non cambia. Il nostro programma resta quello noto al mercato", ha aggiunto Bernabè.

Telecom Italia ha rinnovato ieri il suo programma di emissioni a medio termine (Emtn) in scadenza a fine marzo per l'ammontare di 4,5 miliardi fino al marzo del prossimo anno, mentre l'Emtn programme in scadenza era da 4 miliardi. Il programma Etmn fornisce un quadro normativo per le nuove emissioni, ma non necessariamente si traduce in emissioni per l'intero importo del programma.

"E' un plafond che c'era già, lo abbiamo rinnovato, è normalissima amministrazione", ha spiegato Bernabè.

Oltre all'Emtn ha previsto la possibilità di due miliardi di bond da destinare al mercato retail.

Secondo fonti di mercato, in questi due miliardi potrebbero rientrare anche emissioni rivolte a investitori istituzionali in una valuta diversa dall'euro. Lo scorso dicembre la società aveva detto che avrebbe preso in considerazione anche il mercato asiatico nell'ambito delle sue emissioni.