Germania, Merkel apre a taglio tasse in pacchetto stimolo

lunedì 5 gennaio 2009 09:50
 

BERLINO, 5 gennaio (Reuters) - Il cancelliere tedesco Angela Merkel apre a sgravi fiscali nel nuovo pacchetto di stimolo all'economia, cedendo alle richieste dei leader del partito conservatore dell'Unione cristiano-sociale (Csu).

"Ci siamo accordati su un taglio dei costi dell'assicurazione sanitaria e delle tasse", ha annunciato ieri notte Ronald Pofalla, segretario generale del partito dei cristiano democratici (Cdu) della Merkel, al termine di un incontro durato oltre sei ore.

La soglia di salario annuale sulla quale non devono essere pagate tasse sul reddito potrebbe salire secondo gli accordi a 8.000 euro da 7.664.

Dopo che il primo pacchetto da 12 miliardi dello scorso novembre è stato ampiamente criticato come troppo modesto, Merkel ha annunciato un secondo pacchetto di stimolo, ma sono subito emerse profonde divergenze all'interno del governo sulle misure da inserire.

A complicare la situazione c'è la ferma opposizione dei socialdemocratici a un taglio delle tasse, mentre tutti i partiti al governo sono concordi sulla necessità di includere un aumento della spesa per progetti infrastrutturali e scuole.