Eurogruppo e Francia in vista discussione su norme bilancio Ue

venerdì 5 giugno 2009 12:49
 

di Jan Strupczewski

BRUXELLES, 5 giugno (Reuters) - I ministri finanziari della zona euro non dovrebbero appoggiare le proposte francesi di esonerare i paesi Ue colpiti dalla crisi economica dalla disciplina comunitaria in materia di conti pubblici.

Lo riferiscono fonti Uem in vista dell'appuntamento di lunedì e martedì con le riunioni di Eurogruppo e consiglio Ecofin rispettivamente.

Il ministro francese dell'Economia Christine Lagarde ha suggerito martedì scorso di allentare le norme Ue in tema di bilancio, spiegando che deficit derivanti da pacchetti di stimolo economico vanno considerati in modo indipendente.

"Questi deficit derivati dalla crisi, che hanno portato anche a debiti collegati alla crisi, dovrebbero, a mio parere, venire gestiti separatamente" ha detto il ministro al 'Financial Times Deutschland'.

Secondo fonti dei paesi euro Parigi non ha però su tale fronte alcuni alleati.

"L'idea generale è che ci sia scarso sostegno alla trovata francese" spiega una fonte vicina ai lavori preparatori dell'Eurogruppo mensile, cui partecipa anche l'istituto centrale di Francoforte.

"Con un po' di immaginazione, quanto fatto finora dai governi si può in qualche modo ancora inserire nella cornice generale del patto [di stabilità e crescita], ma se si afferma che in circostanze come queste il patto non va applicato rimaniamo completamente privi di àncora. Si è poco propensi a prendere una simile direzione" riferisce la fonte.   Continua...