MONETARIO - Cosa succede oggi venerdì 5 giugno

venerdì 5 giugno 2009 07:40
 

* Dopo la decisione del board della Bce ieri di lasciare il tasso di riferimento stabile al'1% - e i commenti successivi di Trichet che hanno fatto pensare che la campagna di allentamenti monetari stia volgendo al termine - l'attenzione sarà di nuovo su eventuali precisazioni che potranno emergere dai commenti del presidente della Bce a Varsavia, dove parlerà anche Stark.

* Secondo i giornali il direttore centrale per la vigilanza di Banca d'Italia Stefano Mieli ieri ha detto che il rischio di credito tende ad aumentare per il sistema bancario italiano e che questo avrà conseguenze negative per gli utili 2009.

* Dal lato macro, l'attenzione è tutta per il consueto dato mensile sull'occupazione non agricola Usa. Per maggio è attesa la perdita di altri 520.000 posti di lavoro dopo quella di 539.000 ad aprile. Nel settore privato, secondo dati Adp solitamente visti come anticipatori del dato di oggi, si è visto un calo di 532.000 occupati, una cifra superiore alle attese.

* Dopo i segnali di miglioramento giunti dalle esportazioni e dalla produzione, secondo fonti della Banca del Giappone, l'istituto centrale discuterà di una revisione al rialzo delle proprie stime sull'economia nipponica in occasione della prossima riunione del 15-16 giugno.

* Nel corso del Forum di Euromoney Japan Forex a Tokyo il direttore generale della Banca del Giappone Hiroshi Nakaso ha detto che abbassare i tassi a zero provocherebbe una contrazione dei mercati monetari e sarebbe un deterrente alla concessione di credito.   Continua...