Credito imprese, defiscalizzazione e garanzia Stato - Bersani

mercoledì 4 marzo 2009 13:48
 

ROMA, 4 marzo (Reuters) - Il Pd propone che venga garantito da parte delle banche il credito a quelle imprese che hanno investito in innovazione nel 2008 e nel 2009 con interventi di defiscalizzazione e di parziale garanzia dello Stato sul credito.

La proposta è stata illustrata dal responsabile economico del Pd, Pierluigi Bersani, nel corso di una conferenza stampa.

"Ci sono imprese che hanno investito in innovazione e che si trovano con le macchine ferme e le banche che chiedono i soldi", ha detto Bersani.

L'esponente dell'opposizione ha aggiunto che per tali imprese bisogna "ridefinire un'area di crediti sostenuti da agevolazioni fiscali e da parziali garanzie dello Stato sui crediti".

Le imprese che dovrebbero poter accedere alla "defiscalizazione sono quelle che nel 2008 e 2009 hanno investito di più in innovazione rispetto agli anni precedenti per certe tipologie di investimento".

Bersani ha criticato quanto fatto finora dal governo per le imprese perché "in questi mesi non abbiamo visto niente ed anche le misure previste dai decreti fatti nei mesi scorsi non sono state attivate.

Critiche anche per i cosiddetti Tremonti bond per aumentare la patrimonializzazione delle banche e per il cosiddetto Liquidity day convocato dal ministro del Tesoro Giulio Tremonti per domani con le aziende.

"I Tremonti bond male non faranno ma non risolveranno certo il problema del credito", ha detto Bersani aggiungendo poi, sulla riunione convocata per domani al Tesoro con le imprese, di sperare che "questo Liquidity non sia acqua fresca. Gli incontri si fanno per decidere qualcosa, e questo vale anche per i vertici internazionali dei quali ce n'è uno a settimana senza decidere nulla. Da parte del governo abbiamo assistito da settembre in poi ad una serie di annunci, almeno uno a settimana, dei quali non se n'è concretizato nessuno".