Monetario, derivati in rialzo dopo Ifo sotto stime, o/n a 4,28%

giovedì 24 luglio 2008 12:34
 

MILANO, 24 luglio (Reuters) - I derivati sui tassi della zona euro sono in deciso rialzo dopo che l'indicatore sulle aspettative economiche per la Germania è risultato inferiore alle previsioni.

L'indice Ifo si è attestato in luglio a 97,5 da 101,2 di giugno, sotto le stime degli economisti di 100, e secondo l'istituto tedesco gli ultimi risultati sembrano segnalare il termine della fase positiva per l'economia della Germania.

I derivati hanno reagito con un rialzo fino a 15 centesimi per la scadenza a dicembre 2009, ma anche per l'anno in corso diminuiscono le possibilità stimate circa un rialzo dei tassi della Bce.

"Si è mosso tutto dopo l'Ifo" dice un'operatrice, che sottolinea come con l'anno Eonia ancora al 4,52% il rialzo sia tuttora previsto. "Si sono ridotte le chance, siamo sotto il 50%" aggiunge.

Intorno alle 12 italiane sulla curva Euribor il contratto a settembre FEIU8 guadagna 3 centesimi a 94,97, dicembre FEIZ8 sale di 0,075 a 94,870 e marzo FEIH9 segna un rialzo di 10 centesimi a 94,900.

Per quanto riguarda la liquidità sull'interbancario invece la situazione è meno movimentata, in particolare per le scadenze più ravvicinate.

"La situazione dei fondi è buona, la Bce tenderà a ridurre l'eccesso di liquidità ma può permetterselo con tassi overnight che oscillano tra 4,27% e 4,29%" dice un tesoriere.

"A Francoforte vogliono evitare il rischio di nuovi fine tuning di drenaggio a ridosso della scadenza del periodo di mantenimento della riserva".

Sulle scadenze a tre mesi invece resta qualche tensione, anche se lo spread tra tassi reali e derivati è di 60 pb, quindi lontano dai massimi intorno a 80 pb toccati qualche mese fa.   Continua...