Monetario, futures Euribor prezzano taglio Bce 75 pb dopo Svezia

giovedì 4 dicembre 2008 10:58
 

MILANO, 4 dicembre (Reuters) - A poche ore dal verdetto di politica monetaria della Banca centrale europea, l'audace mossa di Banca di Svezia, che ha ridotto il tasso di riferimento di ben 175 centesimi, ha messo le ali ai derivati sui tassi dell'area euro.

Alcune scadenze della strip Euribor sono arrivate a gudagnare oltre 20 centesimi per poi ridurre leggermente i rialzi. Gli operatori mettono in ogni caso in guardia dall'estrema volatilità del mercato.

"Stanno montando le aspettative sulla Bce. A questo punto è interamente prezzato un taglio di 75 punti base e, per circa un terzo, un taglio di 100 punti base", commenta un trader a Milano.

Più cauti dei mercati sembrano essere gli analisti. La mediana delle previsioni degli economisti in un sondaggio Reuters questa settimana indicava ancora una riduzione di 50 punti base del tasso di riferimento Bce, attualmente al 3,25%.

I derivati sull'Eonia erano già arrivati a prezzare una riduzione di 75 punti base.

"Se la Bce fa 50 punti base oggi penso che ce lo segneremo sul calendario come esempio di cosa succede quando il mecato viene preso in contropiede da una decisione di politica monetaria", aggiunge il trader.

Attorno alle 10,30 sulla curva Euribor il futures a dicembre FEIZ8 sale di 12 centesimi a 96,705, quello a marzo FEIH9 guadagna 10,5 centesimi a 97,555 dopo un massimo di contratto a 97,595. Giugno FEIM9 è a 97,80 (+0,085) reduce da un massimo a 97,87.

Overnight attorno al 3% su Mid a metà mattina, a fronte del 2,919% dell'Eonia ieri.

In aumento ieri depositi e prestiti presso la Banca centrale europea arrivati rispettivamente 231,6 miliardi e 1,95 miliardi.

Ulteriori dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS.