PUNTO 1 -Scudo, scontro tra governo e opposizione su riciclaggio

mercoledì 4 novembre 2009 19:12
 

(Aggiorna con voto, parere negativo governo)

ROMA, 4 novembre (Reuters) - Scontro in Senato sull'applicazione della disciplina antiriciclaggio allo scudo fiscale.

L'Italia dei valori ha presentato, con l'appoggio del Partito democratico, un emendamento al decreto salva infrazioni che ripristina in modo integrale gli obblighi di segnalazione per le operazioni sospette di riciclaggio nel caso di adesione allo scudo fiscale.

Dopo una breve sospensione dei lavori, il vice ministro dell'Economia Giuseppe Vegas ha vincolato il via libera a una riformulazione del testo.

Nella versione suggerita dal governo, gli obblighi di segnalazione restano intatti per tutti i casi ad eccezione dei reati sanabili con l'adesione allo scudo, vale a dire reati fiscali, falso in bilancio e bancarotta fraudolenta. In sostanza, il governo voleva trasformare in legge quanto è già previsto nella circolare applicativa sullo scudo fiscale diffusa dall'Agenzia delle entrate il 10 ottobre.

Idv e Pd si sono opposti e l'emendamento, dopo il parere contrario del governo, è stato bocciato.

Secondo quanto anticipato da Reuters la scorsa settimana, tra domani e venerdì l'Agenzia delle entrate dovrebbe diffondere una nuova circolare. Il testo aumenta la responsabilità delle banche nella denuncia dei casi in cui chi aderisce allo scudo vuole sanare capitali frutto di attività criminali.