Usa, recessione finirà in 2009, picco disoccupazione 10%-Moody's

giovedì 4 giugno 2009 18:05
 

NEW YORK, 4 giugno (Reuters) - La recessione dovrebbe finire in Usa nel 2009, grazie al contributo degli stimoli applicati dal governo che "sono stati davvero notevoli e daranno risultati".

Lo ha detto Mark Zandi, chief economist di Economy.com di Moody's, aggiungendo che il tasso di disoccupazione nazionale dovrebbe arrivare al picco nella primavera-inizio estate 2010, più o meno a quota 10%.

Il gruppo che controlla l'agenzia di rating, quotato a Wall Street (MCO.N: Quotazione), ha anticipato oggi che i suoi utili dovrebbero essere nella fascia alta delle attese espresse per il 2009 in una forchetta tra 1,40-1,50 dollari, grazie a un aumento delle commissioni dai rating di Moody's Investors Service.

Sul mercato dei bond, ha detto l'Ad Raymond McDaniel, "un po' dell'appetito di rischio sta tornando".

Mentre si prevede un aumento della richiesta di rating per le emissioni "investment-grade", Moody's vede ancora depressa la domanda per rating su prodotti di finanza strutturata, che resta lontana dai livelli pre-crisi.

Il maggior azionista Moody's è Warren Buffett, che attraverso la sua ammiraglia Berkshire Hathaway Inc (BRKa.N: Quotazione) (BRKb.N: Quotazione) possiede circa un quinto del capitale.