Rmbs Italia, no impatti decreto su tetto a mutui variabili-Fitch

mercoledì 4 febbraio 2009 18:09
 

MILANO, 4 febbraio (Reuters) - Fitch Ratings non vede impatti di rilievo sulle operazioni italiane di cartolarizzazione di mutui casa dalle misure che fissano un tetto del 4% al tasso dei mutui a tasso variabile. "La misura è coperta dallo Stato e resterà in vigore solo fino a fine 2009", spiega l'agenzia in una nota di commento al decreto legge 185 del 2008, convertito lo scorso 28 gennaio.

Considerati il limitato periodo di efficacia delle norme e "gli attuali livelli dei tassi d'interesse rispetto al tetto fissato dal decreto, Fitch ritiene che l'esposizione pontenziale della maggioranza degli Rmbs italiani al rischio di controparte legato al decreto sia quantitativamente ridotto e che il decreto avrà implicazioni limitate sui rating attuali".