Statali, Brunetta a sindacati:per contratti 2,8 mld, non 2,3 mld

giovedì 4 settembre 2008 14:12
 

ROMA (Reuters) - Il ministro della Funzione pubblica Renato Brunetta contesta le cifre fornite dai sindacati sui fondi destinati al rinnovo contrattuale del pubblico impiego e conferma che il governo ha messo sul piatto 2,8 miliardi in totale.

"I numeri diffusi ieri da alcuni esponenti delle organizzazioni sindacali sulla manovra retributiva del governo destano perplessità e necessità di chiarimento", dice Brunetta.

Il ministro si riferisce al segretario della Fp-Cgil, Carlo Podda, per il quale l'ammontare delle risorse messe in campo per i rinnovi ammonta a circa 2,3 miliardi di euro, pari ad un aumento per il 2008 di 8 euro lordi mensili medi procapite e 65 euro lordi mensili per il 2009.

Secondo Brunetta Podda non tiene conto "che a quella cifra vanno sommati i 580 milioni stanziati nella Finanziaria 2008 [...] a copertura della vacanza contrattuale del biennio 2008-09".

Quanto ai fondi per la retribuzione accessoria e per la contrattazione integrativa, Podda parla di tagli da 1,7 miliardi di euro. La cifra dovrebbe derivare dalla somma della decurtazione prevista per la contrattazione accessoria (530 milioni una tantum e poi 100 milioni circa l'anno), e dal taglio del 10% del Fondo per la contrattazione integrativa per 190 milioni.

Brunetta contesta la ricostruzione della Cgil e dice che il taglio ai fondi per la contrattazione integrativa è "compensato con la creazione di un nuovo fondo a destinazione mista, con dotazione iniziale di 200 milioni e con ulteriori entrate previste dalle economie derivanti dalla riduzione delle consulenze ed incarichi ai dipendenti e da altri risparmi".

"Anche ammettendo per assurdo che al rifinanziamento della contrattazione integrativa non vada nemmeno un euro del nuovo fondo, i tagli ammonterebbero a 720 milioni e non a 1,7 miliardi".

Secondo il ministro, "probabilmente il miliardo di differenza è stimato avendo in mente che il taglio della contrattazione integrativa si applichi all'intero settore pubblico e non al solo settore dello Stato, cui fa riferimento invece la stima di risparmi per 190 milioni".

"Ma questo comporterebbe che la retribuzione integrativa dei dipendenti delle Amministrazioni locali e del Servizio sanitario ammontasse ad un importo di 10 miliardi di euro, ovvero al 20% della loro retribuzione lorda", conclude Brunetta.

 
<p>Impiegati degli uffici governativi trasportano carrelli di documenti a Palazzo Chigi, in un'immagine d'archivio. REUTERS/Dario Pignatelli</p>

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Statali, Brunetta a sindacati:per contratti 2,8 mld, non 2,3 mld | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    20,900.33
    -0.81%
  • FTSE Italia All-Share Index
    23,129.83
    -0.73%
  • Euronext 100
    1,013.48
    -0.40%