Btp misti con slancio trentennale, spread Bund tocca 140 pb

giovedì 4 dicembre 2008 12:54
 

 MILANO, 4 dicembre (Reuters) - Giornata di tensione sul
secondario italiano, determinata soprattutto da una forte
illiquidità che spinge gli investitori a richiedere un premio
più alto per i Btp rispetto ai Bund. Fra i titoli di
riferimento, il due anni non registra alcuno scambio su Mts, il
decennale è in calo, mentre il trentennale viene definito dai
trader 'best performer' e prosegue nella via del rialzo. 
 "Gli spread si sono tutti allargati e continua il movimento
di flattening della curva mentre il trentennale si attesta come
best performer" dice un trader.
 Lo spread fra i titoli decennali di riferimento italiano e
tedesco si è spinto fino ai 140 punti base, sul proseguio della
preferenza per i titoli 'core' e a seguito della forte
illiquidità che caratterizza il mercato.
 "Il mercato è molto illiquido, e i dealer quotano 'size'
molto piccole" osserva Alessandro Tentori, strategist di Bnp
Paribas. "Questo avviene perché è dicembre, ma soprattutto
perché è un periodo particolarmente critico. Prezzare i bond è
più complesso e, a fronte di una volatilità molto alta,
rendimento e rischio si devono riequilibrare, per questo i Btp
devono rendere di più". 
 Il movimento di appiattimento è stato innescato all'inizio
della settimana dalle parole del presidente della Fed Ben
Bernanke che lunedì ha dichiarato che urgono azioni decisive per
proteggere l'economia Usa, aggiungendo che la Fed potrebbe
direttamente comprare titoli di Stato del governo e delle
agenzie. Oggi sulla curve italiana si evidenzia un appiattimento
del tratto 10-30.
 Sul mercato continua a regnare l'attesa degli annunci di Bce
e Bank of England sui tassi in agenda oggi. L'istituto centrale
europeo dovrebbe tagliare di 50 punti base, anche se alcuni
analisti interpellati da Reuters prevedono un taglio più
consistente a 75 pb. Lo scorso 6 novembre la Bce ha tagliato il
tasso di riferimento di 50 pb al 3,25%, dopo il taglio di 150
punti base al 3,0% di Banca d'Inghilterra. I tassi di
riferimento Usa sono all'1% dallo scorso 29 ottobre, dopo un
taglio di 150 punti base.
 
 GENERALE TENSIONE SUGLI EMITTENTI SOVRANI 
 I credit default swap degli emittenti sovrani continuano
sulla via dell'allargamento con una generale pressione e con
Italia e Germania che hanno superato i record toccati martedì
scorso.
 "La situazione più critica a livello economico si ripercuote
sui governi. È una situazione anomala, mai vissuta prima, quindi
non conosciamo gli effetti a medio termine, ma io eviterei
catastrofismi" dice un trader italiano. "È normale che, se
aumenta il debito, il costo sia superiore e l'investitore
pretenda rendimenti più alti".
 Il Cds dell'Italia sulla scadenza a 5 anni ha toccato il
massimo record a 184,1 punti base da 179,5.
 Il Cds a 5 anni della Germania si è spinto invece al nuovo
record di 42,3 pb da 42,1. Questo significa che per assicurare
10 milioni di euro di titoli di Stato tedeschi sono necessari
42.300 euro.
 
==================== QUOTAZIONI 12,40 =========================
                                  PREZZI    VAR.   RENDIMENTO
FUTURES BUND DICEMBRE    FGBLZ8    123,92   (+0,45) 
BTP 2 ANNI (AGO 10) *   IT2YT=TT   102,29   (+0,07)     3,135%
BTP 10 ANNI (AGO 18)   IT10YT=TT   101,75   (-0,07)     4,321%
BTP 30 ANNI (FEB 37)   IT30YT=TT    88,10   (+0,88)     4,829%
======================== SPREAD (PB) ===========================
                                          CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5     38                  27
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3    109                 111
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5    140                 124
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7    180                 159 
BTP 2/10 ANNI *                    118,6               116,3
BTP 10/30 ANNI                      50,8                58,0
=================================================================    * Le cifre relative al titolo a due anni sono ricavate dagli
schermi Reuters, non essendo il titolo ancora scambiato su Mts