PUNTO 1-150° Unità d'Italia, in Cdm affrontato tema celebrazioni

giovedì 3 settembre 2009 19:16
 

(aggiunge visita domani di Berlusconi e Bondi da Napolitano)

ROMA, 3 settembre (Reuters) - Nel corso del Consiglio dei ministri di questa mattina è stato affrontato anche il tema delle celebrazioni per il 150° anniversario dell'Unità di Italia che ricorre nel 2011, con un'inversione di tendenza che ha spostato l'attenzione sulle celebrazioni piuttosto che sui fondi necessari per le infrastrutture.

Lo ha detto uscendo da Palazzo Chigi al termine della riunione il ministro della Difesa Ignazio La Russa, sottolineando che "il criterio principale è quello culturale, popolare e comunicativo".

Nel pomeriggio il ministero dei Beni culturali ha diffuso le relazione che il ministro Sandro Bondi ha effettuato al consiglio dei ministri e si è appreso che Bondi ed il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi si recheranno domani al Quirinale per riferire sul tema al Capo dello Stato.

"Finora tutte le celebrazioni sono state incentrate sui fondi necessari alle infrastrutture, come accadde nel cinquantesimo anniversario, quando ancora c'erano i Savoia", ha detto La Russa dopo il Cdm.

"Ciò che è importante ora è il sentimento di unità nazionale, che è fatto di tante specificità. L'Unità nazionale non è in contrasto con le specificità", ha concluso La Russa.

Nelle settimane scorse sulle celebrazioni c'è stato uno scambio epistolare fra il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e Berlusconi: il primo ha sollecitato il governo a procedere con la preparazione dell'evento in modo da non giungere impreparati; il secondo ha risposto che il governo ha dovuto apportare alcune correzioni al programma predisposto dal precedente governo per limitare i costi delle celebrazioni a causa delle ristrettezze imposte dalla crisi economica.