3 agosto 2009 / 10:26 / tra 8 anni

CORRETTO- Monetario, marcato aumento depositi o/n in attesa p/t

Corregge in quinto paragrafo collocamento ultima asta settimanale Bce a 94,78 miliardi e non 947,80 miliardi.

MILANO, 3 agosto (Reuters) - Cresce di oltre cinque miliardi fino a superare i 208 miliardi di euro il ricorso degli istituti di credito dei sedici paesi Uem ai depositi marginali presso la Bce remunerati al tasso giornaliero di 0,25%.

Il mercato interbancario attende intanto di conoscere nel primo pomeriggio la stima dell‘ammontare ‘benchmark’ per il finanziamento a sette giorni di domani al tasso fisso di 1%, ultima asta valida prima della chiusura del mese di mantenimento martedì 11 agosto.

“Un importo perfettamente in linea alle attese” spiega un tesoriere riguardo all‘utilizzo dei depositi overnight passato venerdì sera a 208,737 dai precedenti 203,227 miliardi.

“L‘eccedenza media del sistema varia in questo momento tra poco meno di 190 miliardi in caso in p/t di domani non venga rinnovato nemmeno per un singolo miliardo - ipotesi del tutto improbabile - e circa 260 miliardi in caso di completo rinnovo” aggiunge.

Con l‘ultima asta a sette giorni regolata mercoledì scorso l‘istituto centrale ha assegnato 94,78 miliardi, che rientrano dopodomani 5 agosto, accogliendo interamente richieste pervenute da 382 banche.

A parere dei tesorieri per la chiusura della riserva obbligatoria sarà fondamentale vedere a quanto ammonteranno le richieste di liquidità.

“Come si vede ormai da mesi è molto probabile sia necessaria un‘operazione ‘fine tuning’ di drenaggio sull‘ultimo giorno della riserva” conclude l‘addetto ai lavori.

Oltre al netto incremento dei depositi va segnalato ancora una volta l‘ennesimo minimo di tutti i tempi per il tasso Euribor trimestrale, passato al fix londinese di stamane a 0,886% da 0,893% di venerdì.

Gli operatori parlano peraltro di un mercato decisamente tranquillo e dai volumi sottili che caratterizzano le sessioni estive, in cui la curva dei tassi di mercato resta fortemente appiattita fino alla scadenza a un anno sempre a riflesso del maxi-collocamento a dodici mesi con cui sono stati assegnati a fine giugno quasi 500 miliardi a 1%.

Poco dopo le 12 il periodo overnight viaggia sul Mid in area 0,30%, poco distante dalla media Eonia fissata venerdì a 0,358%.

Calma piatta anche sulla curva Euribor: invariato a 99,18 il futures a settembre FEIU9 e a 99,08 quello a dicembre FEIZ9, mentre marzo FEIH0 arretra di un tick a 98,92.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below