Fmi più flessibile e efficace con accordo G20-direttore a stampa

venerdì 3 aprile 2009 09:50
 

MILANO, 3 aprile (Reuters) - L'intesa raggiunta ieri dai leader G20, che hanno stabilito di triplicare la dotazione finanziaria Fmi, è per il Fondo monetario internazionale un vero punto di svolta, da cui emerge rafforzato in flessibilità ed efficienza per far fronte alla crisi globale.

La valutazione è dello stesso numero uno Fmi Dominique Strauss-Kahn in un intervento che si legge sull'edizione odierna de 'Il Sole 24 Ore'.

"Complessivamente, queste misure rappresentano un punto di svolta nel funzionamento del Fmi e lo metteranno nelle condizioni di assolvere ancor meglio al suo ruolo di protagonista della scena globale" scrive il direttore generale.

"Indispensabile punto di riferimento per [...] emergenti e paesi in via di sviluppo", come lo definisce Strauss-Kahn, il Fondo ha ottenuto dal vertice terminato ieri a Londra una dote di 750 miliardi di dollari, superiore persino alle richieste stesse dell'organizzazione basata a Washington.

"Il mondo ha unito le forze, nel pieno della crisi, per riorganizzare radicalmente i meccanismi di prestito del Fondo" giudica soddisfatto.

"Il mondo ha bisogno di un Fmi che risponda in modo flessibile ed efficace ai bisogni dei suoi membri" continua.

L'accesso tempestivo ai finanziamenti può evitare che le difficoltà delle economie sfocino in recessione, conclude.