October 3, 2008 / 11:01 AM / 9 years ago

PUNTO 4 - Federalismo, in decreto risorse per 1,31 mld-Calderoli

3 IN. DI LETTURA

(Aggiunge finanziamento a comune Roma)

ROMA, 3 ottobre (Reuters) - Il decreto legge sul riequilibrio finanziario degli enti locali approvato oggi in Consiglio dei ministri dovrebbe stanziare risorse per 1,31 miliardi.

Lo ha spiegato il ministro della Semplificazione, Roberto Calderoli, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Chigi, senza però fornire in modo preciso la ripartizione dei fondi.

"Complessivamente tra ticket, Ici, Roma e Catania dovremmo essere se ricordo bene a 1,310 miliardi", ha detto Calderoli.

Il decreto è stato inserito nell'ordine del giorno del consiglio di oggi ieri sera per permettere l'accordo con Regioni ed enti locali sull ddl Federalismo. In conferenza stampa oggi il ministro Calderoli ha cercato di negare questo legame stretto fra i due documenti, ma lo stesso comunicato emesso da palazzo Chigi al termine della riunione di governo dice che il decreto è stato approvato "in correlazione tecnica e politica con il federalismo fiscale".

Ieri, in base all'accordo siglato con i comuni, il governo si è impegnato a stanziare 585 milioni per il 2007 e 700 per il 2008 come integrazione dell'Ici rurale, 260 milioni come integrazione del rimborso sul mancato gettito dell'Ici sulla prima casa.

Alle Regioni dovrebbero andare altri 434 milioni come parte del finanziamento per i ticket sanitari.

Da Governo 500 Mln L'anno Per Roma Capitale

Il decreto prevede poi un finanziamento stabile di 500 milioni di euro l'anno dal 2008 per sostenere il risanamento del comune di Roma.

L'anticipazione di pari importo erogata dalla Cassa depositi e prestiti in base alla manovra triennale diventa un contributo a fondo perduto poiché spetterà al Tesoro provvedere al rimborso.

Ci dovrebbero essere altri 140 milioni per il Comune in dissesto di Catania.

Il comunicato di palazzo Chigi sui lavori del consiglio si limita a specificare che, con il decreto approvato oggi, "vengono adottate disposizioni in materia di gestioni commissariali, utili in caso di mancato rispetto degli adempimenti previsti dai piani di rientro dei deficit sanitari, e potenziati gli strumenti operativi del commissario ad acta per consentirgli l'accesso alle risorse finanziarie spettanti alla Regione e sospese a seguito di inadempienze; in materia di contabilità degli enti locali il decreto-legge è coerente con l'accordo siglato ieri fra governo e Comuni e finalizzato a consentire la massima efficienza degli enti locali chiamati a nuova responsabilità dal disegno di legge in materia di federalismo fiscale approvato oggi. Il provvedimento, inoltre, adotta disposizioni che consentono l'ordinaria gestione contabile in considerazione della scadenza del termine per l'approvazione dei bilanci di assestamento".

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below