Federalismo, a Comuni parte Irpef, no nuova Ici - Calderoli

venerdì 3 ottobre 2008 12:36
 

ROMA, 3 ottobre (Reuters) - Il ddl delega sul federalismo fiscale approvato questa mattina dal Consiglio dei ministri prevede che ai comuni siano trasferiti parte dell'Irpef, tributi propri e parte del fondo perequativo.

Sparisce così la contestata imposta sugli immobili che aveva fatto parlare di una reintroduzione dell'Ici.

Lo ha detto il ministro per la Semplificazione legislativa Roberto Calderoli nel corso di una conferenza stampa a palazzo Chigi.

"Rispetto ai comuni, il ddl prevede l'attribuzione di parte dell'Irpef, tributi propri e parte del fondo perequativo", ha risposto Calderoli ai cronisti che gli chiedevao come saranno finanziati i comuni.

Circa l'introduzione di norme che anticipano l'attribuzione di tributi propri per Roma Capitale, Calderoli ha detto che "il testo che è stato approvato è quello; il governo è stato autorizzato alla presentazione di un emendamento su Roma Capitale che sarà presentato in Parlamento e che anticipa, dal punto di vista ordinamentale e fiscale, quanto previsto anche per le altre province. Ci sarebbe stato un blocco dal punto di vista fiscale per quel che riguarda la Capitale".