Treasuries Usa quasi piatti dopo dati Usa, attenzione a greggio

mercoledì 3 settembre 2008 16:18
 

NEW YORK, 3 settembre (Reuters) - I prezzi dei Treasuries Usa sono quasi piatti negli scambi americani, e reagiscono in maniera contenuta ai dati diffusi alle 16,00.

I rendimenti dei titoli di stati Usa rimangono vicini ai minimi di quattro mesi grazie al ritracciamento del greggio che allenta i timori per l'inflazione.

Il greggio CLc1 oggi ha scambiato sotto i 109 dollari al barile dopo il crollo di ieri.

Ingenti vendite di materie prime e il rapporto del governo Usa che mostra che i prezzi pagati dalle aziende manifatturiere sono in calo nel mese di luglio, hanno contribuito ad attenuare i timori per l'inflazione.

I trader attendono anche il rapporto del Beige Book della Federal Reserve sull'attività economica Usa, per eventuali osservazioni sulle pressioni sui prezzi, la contrazione del settore immobiliare e l'indebolimento del mercato del lavoro, prima del rapporto sull'occupazione di agosto, che verrà divulgato venerdi.

Gli scambi sul mercato dei titoli di stato Usa sembrano "una continuazione di ieri, quando il tema dominante era quello del trend deflattivo. E' una tendenza che è iniziata ieri mattina con il crollo del prezzo del greggio che riflette il fatto che l'uragano Gustav abbia risparmiato le infrastrutture petrolifere nel Golfo del Messico", ha osservato David Dietze, di Point View Financial service.

Alle 16,15 il titolo decennale US10YT=RR guadagna 2/32 a 102*07, con un rendimento del 3,731%. Il titolo 2 anni US2YT=RR è ssotanzialmente piatto a 100*06, rendendo il 2,275%.