Btp misti, prosegue appiattimento curva in attesa Bce

mercoledì 3 dicembre 2008 12:20
 

 MILANO, 3 dicembre (Reuters) - I timori relativi
all'economia mondiale continuano a sollecitare il mercato del
debito governativo e, quindi, anche quello italiano che continua
a vedere una buona performance dei titoli lunghi, e una
penalizzazione dei titoli a breve con conseguente appiattimento
della curva dei rendimenti. 
 I futures sul decennale di riferimento tedesco hanno rotto
al rialzo la soglia dei 124 punti base, toccando nella scadenza
a dicembre il massimo di contratto di 124,05 e in quella a marzo
il massimo di 124,45. 
 "A spingere il mercato verso l'appiattimento è ancora la
Fed, e questo trend di flattening dovrebbe proseguire per un bel
po' a meno di sorprese da parte della Bce, che domani dovrebbe
tagliare almeno di 50 punti base" dice un trader.
 "Se dovesse tagliare molto di più qualcosa potrebbe
cambiare, ma non credo che accadrà, perché sarebbe un segnale
che spingerebbe il rischio paese alle stelle, come è accaduto
per la Gran Bretagna".
Il presidente Fed Ben Bernanke ha dichiarato lunedì che 
urgono azioni decisive per proteggere l'economia Usa,
aggiungendo che la Fed potrebbe direttamente comprare titoli di
Stato del governo e delle agenzie. Bernanke ha anche detto che
un calo dei tassi al di sotto del target della Fed dell'1% è
"certamente possibile", ma ha aggiunto che la Fed userà anche
altre, non convenzionali, misure per aiutare la crescita.
 Dopo i massimi di ieri, il Cds dell'Italia si è spinto
ancora più in alto fino a sfiorare i 180 punti base, dice
l'operatore. 
 Ieri vari paesi hanno visto i loro credit default swap nella
scadenza a cinque anni toccare i massimi storici.
 Per domani si attendono allentamenti monetari da parte di
Bce e Bank of England.
 Il vice segretario generale dell'Ocse Pier Carlo Padoan ha
detto oggi di ritenere "giustificato" l'attuale livello di
spread fra i titoli di Stato decennali italiani e tedeschi che
lunedì ha toccato i 130 punti base e lo scorso 31 ottobre aveva
registrato i massimi a 132.
 "Certo le parole di Padoan non fanno piacere al mercato
italiano, ma dopo i livelli altissimi di lunedì, lo spread non
sembra per il momento intenzionato ad aggiornare i massimi" dice
ancora l'operatore.
 Il rendimento del titolo europeo a trent'anni ha toccato
stamane il minimo storico stamane a 3,319%, sul crescere dei
timori sul rallentamento economico e sulle pressioni deflative.
 
==================== QUOTAZIONI 12,15 =========================
                                  PREZZI    VAR.   RENDIMENTO
FUTURES BUND DICEMBRE    FGBLZ8    123,57   (+0,10) 
BTP 2 ANNI (AGO 10)     IT2YT=TT   102,12   (-0,07)     3,188%
BTP 10 ANNI (AGO 18)   IT10YT=TT   101,82   (+0,07)     4,313%
BTP 30 ANNI (FEB 37)   IT30YT=TT    87,14   (+1,19)     4,899%
======================== SPREAD (PB) ===========================
                                          CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5     29                  33
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3    111                 109
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5    126                 125
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7    157                 147 
BTP 2/10 ANNI                      112,5               112,8
BTP 10/30 ANNI                      58,6                66,6
=================================================================