Monetario, o/n fermo con p/t 7 giorni, derivati Euribor positivi

martedì 3 febbraio 2009 12:38
 

MILANO, 3 febbraio (Reuters) - Galleggia sui valori della media Eonia di ieri il deposito giorno a giorno negli scambi della tarda mattinata, digerita l'asta pronti contro termine con cui la Bce interviene settimanalmente per aggiustare il livello della liquidità a disposizione del sistema bancario. Prosegue intanto il graduale rientro dei tassi di mercato, come mostra la risalita dei derivati sui tassi di riferimento Uem e il nuovo avvicinamento della scadenza chiave sui tre mesi Euribor al 2% Bce.

Gli operatori dell'interbancario parlano di scambi distesi e di un mercato sottile, povero di direzionalità anche alla luce degli scarsi spunti macro.

L'anemica performance dei listini di borsa, che non riescono a beneficiare delle nuove misure espansive annunciate soltanto stamane da Tokyo né dell'aggressivo taglio dei tassi autraliani, permette un'ulteriore discesa dei tassi di mercato.

Il movimento resta però contenuto, in vista dell'attesa conferma dei tassi europei dal consiglio mensile di dopodomani a Francoforte.

Mantiene la maggioranza degli investitori sulla difensiva anche la prospettiva che il Senato Usa cominci a votare su nuove misure di sgravi fiscali per complessivi 900 miliardi di dollari caldeggiate dall'amministrazione Obama.

"Le borse sono deboli e il clima certamente favorevole a una nuova discesa dei tassi ma il mercato più di tanto almeno per il momento non intende sbilanciarsi" sintetizza un trader.

In occasione dell'odierno fixing londinese passa infatti a 2,064% da 2,077% di ieri la scadenza Euribor a tre mesi, sul minimo da quasi cinque anni, mentre il sei mesi vale 2,153% da 2,162% e la settimana 1,418% da 1,421%.

Sempre tra gli Euribor, intorno alle 12,30 sulla curva dei derivati il contratto a marzo FEIH9 recupera un centesimo a 98,13, giugno FEIM9 guadagna 2 tick a 98,28 e settembre FEIU9 40 punti base a 98,25.

Passando brevemente ai depositi, l'overnight vale 1,15/1,25% sul Mid dopo la media di 1,211 della seduta di ieri.   Continua...